Vai ai contenuti

Menu principale:

Ristorante la Tagliata


Nel 1992
Maurizio "l'impavido" e Rita "la Vulcanica buon gustaio", decisero di tuffarsi nel magico mondo della ristorazione.

All'inizio il locale era una piccolissima casupola
che sfornava piadine e pizza al taglio e che regalava ristoro solo nei mesi più caldi, quando l'aria nelle valli sottostanti si faceva irrespirabile, mentre quì alla Tagliata i venti soffiavano delicati e regalavano una tregua dalla calura estiva.

Gli anni passarono, la clientela aumentò e di pari passo anche le sue richieste, fu così che la nostra coppia di sposi iniziò ad affinare le proprie arti cullinarie:
Introdussero nei menù ricette di famiglia come quella dell'Oca in porchetta e degli Gnocchi all'Anatra
, ne aggiunsero altre che poi modificarono a seconda dei propri gusti, sopratutto quelli della cuoca.
E' però doveroso ricordare che le critiche ed i commenti
dei clienti hanno non di poco contribuito a migliorare ed arricchire il menù del locale.

Una nota speciale va alla storia del piatto della Tagliata di manzo:
Molti non sapevano che il locale prendeva il nome dal luogo in cui è stato costruito, nome che deriva dal fatto che i venti che soffiano qui, oltre ad essere gradevoli in estate, sono anche trementamente potenti e "Taglienti" in altri periodi dell'anno, cosicchè  questi poveri ed ignari clienti arrivavano con l'intento di gustarsi un buon piatto a base di carne, purtroppo però le aspettative venivano deluse e sovente rimanevano a "bocca asciutta", ma mai a "pancia vuota"!
Dopo vari episodi e tante facce sconsolate, Rita e Maurizio decisero di porre fine a queste agonie ed aggiunsero la "Tagliata di manzo"
al menù presendandola in varie versioni perchè le cose o le fanoo per bene o non le fanno affatto.

A questo punto non rimane che lasciarvi ordinare e se avete critiche, suggerimenti e complimenti da fare, non esitate! Di strada ne abbiamo ancora tanta e le vostre indicazioni ci premetteranno di raggiungere prima e meglio la meta.

Grazie e buon appetito.

By Rita e Maurizio

Torna ai contenuti | Torna al menu